Connessioni rete mobile - Tecnofeeling

Vai ai contenuti

Menu principale:

Connessioni rete mobile

Telefonia
Nella barra in alto a destra di ciascun telefono leggiamo le scritte E, H, H+, LTE, 4G e da poco anche 4G+. Che cosa significano? Vediamolo insieme.

Oramai la rete mobile sta facendo passi da gigante. In soli pochi anni alcuni operatori (Vodafone e Tim) sono stati capaci di offrirci una connessione oltre i 200mbps in download!!
La stragrande maggioranza della popolazione possiede almeno un telefono che supporti una connessione internet. Oltre al telefono, ci sono anche altri dispositivi: il tablet e il computer.
Oggi cercheremo di fare chiarezza tra le varie principali connessioni “mobili” quindi interessa i tablet, i modem wifi/chiavette e principalmente gli smartphone. Iniziamo con la connessione più lenta, oramai diventata obsoleta: il 2G. Negli dispositivi mobili, ovvero negli smartphone/tablet, non troveremo questa scritta per capire la connessione, ma troveremo o una G oppure una E. La prima sigla indica una connessione GPRS (General Packet Radio Service), con velocità massima in download di 171,2 kbit/s (30-70 kbit/s). La seconda, invece, indica una connessione EDGE con una velocità in download di 473,6 kbps teorici. Non analizzeremo le altre connessioni 2G in quanto in disuso.
Negli USA, l'azienda di telecomunicazioni AT&T ha dichiarato che entro il 2017 le linee GSM ed EDGE americane verranno spente per favorire l'afflusso dell'utenza sulle reti UMTS ed LTE.

Passiamo ora alle connessioni 3G (third generation), sviluppatosi attorno al 2005.
La connessione “più lenta” della 3G è la UMTS (Universal Mobile Telecommunications System), che generalmente non è mostrata nei telefoni. Soltanto in alcune chiavette/modem wifi potete trovarla. La UMTS ha una velocità massima in download di 2 Mbps (teorica da 380-700 kbps).
La sigla H, che sicuramente avrete notato, indica la voce HSPA (High-Speed Packet Access) che, rispetto alle precedenti, ha una velocità teorica di gran lunga superiore. Solo la sigla H indica una connessione fino a 3.6 o 7.2 in download e rispettivamente fino a 384 kbit/s e 2 mbit/s in download. La sigla H+ è una versione evoluta con una velocità fino a 42,2 mbit/s in download e 5,76 in upload.
Nei telefoni delle ultime generazioni può comparire la scritta 4G/LTE (Long Term Evolution), una connessione che veramente fa la differenza! Il 4G (fourth generation) può raggiungere velocità fino a 800 mbps (al momento). 
In Italia, Al momento l’LTE ha velocità massima teorica fino a 100/150 mbit/s in download e 75 in upload! Esiste anche l’LTE+ (LTE advanced) con una velocità in download fino a 300 mbps in download e 75 mbps in upload. Inoltre da pochissimo, Vodafone e TIM hanno lanciato il 4,5G in alcune grandi città con velocità massime in download di ben 800 mbps (teorici). Sempre questi due operatori stanno attualmente testando il 5G (lancio previsto nel 2020).

Per avere maggiore chiarezza, ricapitoliamo le principali connessioni in una tabella con le velocità massime teoriche. Accanto alla generazione vi è il simbolo che potrete trovare sui vostri smartphone.





Sotto vengono mostrate alcune foto delle velocità realmente raggiunge con Vodafone in 4G e in 3G e un grafico di confronto tra i vari operatori.









Per avere sempre le coperture più aggiornate recatevi su questi link:


Questo articolo è stato scritto su consiglio di alcune persone, tra le quali Vincenzo Pugliese.


(ultimo agg. il 13/01/2018)



 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu