Fibra ottica - Tecnofeeling

Vai ai contenuti

Menu principale:

Fibra ottica

Telefonia
Oramai, con l’evoluzione della tecnologia, si sente spesso parlare di fibra ottica. Ma che cos’è?
 
In questo articolo, ci soffermeremo sulle prestazioni di questa nuova tecnologia e sui suoi vantaggi e svantaggi. Precisiamo che in questo articolo non entreremo nei particolari e lo scopo è quello di dare al lettore un’infarinatura generale di questa nuova tecnologia.

Alcuni provider (ad esempio Telecom, Fastweb e dal 2014 anche Vodafone) hanno intenzione di apportare questa nuova tecnologia a più abitazioni possibili. Ma di che cosa si tratta?



Essenzialmente la fibra ottica è un materiale costituito dall’insieme di sottili filamenti di fibra di vetro o polimeri plastici, delle dimensioni approssimative di un capello umano, tenuti assieme da una guaina protettiva in gomma. La fibra ottica è in grado di trasportare molti più dati per unità di tempo a un costo decisamente più basso e nel contempo essere più leggera e più flessibile, sostanzialmente immune ai disturbi elettrici e più resistenti alle condizioni atmosferiche esterne.

In particolare, le fibre ottiche sono cavi all'interno dei quali viaggia la luce; questi cavi stanno sostituendo i tradizionali fili telefonici e costituiscono oggi l'infrastruttura attraverso la quale possono viaggiare le informazioni di Internet, le immagini televisive o le conversazioni telefoniche.

La caratteristica peculiare delle fibre ottiche è quella di permettere alla luce di viaggiare seguendo linee curve. In realtà, infatti, la luce viaggia solo seguendo linee rette. Per rendersene conto, basta osservare la luce che filtra in una stanza da una persiana socchiusa durante una giornata di sole. Il pulviscolo presente nell'aria riflette la luce mostrandone il cammino lineare.

Invece l’ADSL (fino a 20 mbps) è caratterizzata dai cavi in rame che oltre a trasportare meno informazioni, col tempo si deteriorano e si rischia di essere costretti ad usare la telefonia mobile sia per navigare sia per chiamare. La fibra può arrivare fino a velocità di gran lunga superiori.

Purtroppo la fibra ottica ha un elevato costo e richiede quindi ingenti investimenti da parte dei provider. Avendola introdotta, vediamo ora come i provider si stanno comportando per apportare questo grande beneficio alla popolazione. Esistono due tipologie di fibra ottica:

  • “Fiber to the cabinet” (FTTC o FTTS): è la più comune perché oltre a richiedere un costo inferiore, permette di apportare questa tecnologia a più clienti possibili. Questa nuova tecnologia consente di portare la fibra ottica dalla centrale Telecom fino all’armadietto stradale e quindi la nostra centrale non è più quella Telecom, ma il “cabinet” stradale (generalmente quello di colore rosso o bianco). Da quest’ultimo il collegamento fino alla casa del cliente è in rame. Quindi mentre con l’adsl la velocità dipendeva da tantissimi fattori, tra cui principalmente dalla distanza dalla centrale Telecom più vicina ora questo problema scompare, perché la fibra, essendo costituita da un materiale diverso non risente tanto della distanza. Riporto ora un’immagine molto comune su Internet ma efficace, distinguendo gli armadietti stradali dei tre operatori principali.

 

Il 23 novembre 2015 ho rilasciato un videotest sulla mia connessione FTTC Vodafone installata nella mia abitazione. Il video, visibile in alto a destra, è disponibile nel link qui di seguito riportato:


  • “Fiber to the Home” (FTTH): è la meno comune, perché oltre a molto più tempo nell’installarla, richiede un costo non indifferente dalla FTTC. Attraverso questa tecnologia, la fibra ottica arriva direttamente nelle case della abitazioni, eliminando così completamente il rame. In questo modo è possibile raggiungere velocità sorprendenti. Un esempio di tale tecnologia che si sta diffondendo in Italia è quella attuata da Openfiber, che vedremo in fondo all'articolo.

Il 20 maggio 2018 ho rilasciato su Youtube un test di velocità di questa connessione:

 

Il primo operatore ad avere portato questa tecnologia è la Fastweb, con 100 mbps in download e 10 in upload. Ma attualmente questa velocità è stata superata.

Avendo distinto le due tecnologie, possiamo riassumerle attraverso questa immagine:


 
Avendo classificato le due tipologie, vediamo ora, attraverso uno schema, i vantaggi e gli svantaggi principali della fibra ottica:

VANTAGGI
  • Minore latenza (ping più basso);
  • Maggiore velocità (sia in download, sia in upload);
  • Immunità al rumore elettromagnetico;
  • Bassa attenuazione;
  • Peso ed ingombro ridotti
 
SVANTAGGI
  • Costo elevato (sia del materiale che della sua installazione);
  • Elevata precauzione nella sua installazione.

Infine, ricordiamo che non si hanno problemi in caso di rottura della fibra, a differenza dei cavi in rame per i quali un corto circuito potrebbe causare incendi o esplosioni. Ricordiamo che senza elettricità, a differenza dell’ADSL, non è possibile purtroppo effettuare conversazioni telefoniche che sfruttino la fibra ottica, come riporta questo schema:



Immagini

Riporto alcune immagini per i più curiosi che vogliono approfondire la fibra ottica:








N.B.:Tutte le immagini sono state reperite da altre fonti online.




Approfondimenti

Agg. al 13 maggio 2017:

La Telecom offre una connessione fino a 1000 mega in download e 100 in upload (1000/100) in moltissime città. La tecnologia è FTTH in alcune città mentre FTTC nelle restanti.  
Soltanto in poche città vi è ancora l'ADSL. Per conoscere ulteriori dettagli sulla vostra centrale/cabinet:

La Fastweb, nelle zone coperte dalla sua tecnologia in fibra offre una velocità di 200/20. In alcuni comuni non raggiunti dalla propria rete in fibra, Fastweb sfrutta la rete VULA e NGA di Telecom Italia (fino a 200/20). Per verificare la vostra copertura: http://www.fastweb.it/AVT/.
Per conoscere più dettagliatamente la vostra copertura andate qui:

La Vodafone ha iniziato a metà 2014 (agosto) i lavori per la realizzazione della propria rete indipedendente in fibra (100/20). Inoltre è disponibile un aumento di velocità fino a 1000 mega, grazie all'accordo stipulato con Openfiber. Per verificare il progresso della rete, ecco il link aggiornato: https://openfiber.it/it
Per verificare la vostra copertura, andate qui: http://gea.dsl.vodafone.it/all
In alcuni comuni non raggiunti dalla propria rete in fibra, Vodafone sfrutta la rete VULA e NGA di Telecom Italia (fino a 100/20).

La Tiscali, invece, in fibra sfrutta la rete FTTH di Openfiber (1000/200)  e la rete VULA di Telecom Italia, fino a 100/20 nelle restanti città.

Anche Infostrada, in alcuni comuni sfrutta la rete FTTH di Openfiber e la rete FTTC VULA e NGA di Telecom Italia (fino a 100/20).


Citiamo infine il il progetto "Open Fiber", sviluppato dall'Enel, che svilupperà l’infrastruttura per portare la banda larga nelle case degli italiani. Questo progetto è rivale a quello attuato dalla TIM. In effetti non c'è alcun accordo tra le due aziende che in tutti i modi stanno cercando di accellerare la loro copertura con lo scopo di accaparrare più clienti possibili.  Duecentocinquanta città del Paese saranno dotate entro il 2020 di una tecnologia avanzata diffusa in modo uniforme sul territorio, ovvero 7.5 milioni di caseOpenfiber però non rivende la fibra direttamente al cliente, ma per poter usufruire del loro servizio è necessario rivolgersi a un provider partner di Openfiber stesso, che lo rivenderà così al cliente.Fra i partner di OF, fornitori diretti dei servizi, ci sono Vodafone, Wind-Tre (Infostrada), Tiscali, etc. In alcune città Tiscali non rivende il servizio di Openfiber mentre Wind-3 e Vodafone in tutte le città dove c'è copertura. Le città dove Openfiber sta svolgendo i lavori sono in costante aumento, pertanto, qualora ancora non siate da loro coperti, controllate periodicamente il sito stesso.

Le città  (agg. 06/04/2019) dove già è possibile usufruire del servizio sono:

  • ALESSANDRIA
  • ANCONA
  • BARIBEINASCO
  • BOLLATE
  • BOLOGNA
  • BRESCIA
  • BRESSO
  • BRINDISI
  • BUCCINASCO
  • BUSTO ARSIZIO
  • CAGLIARICASTEL MAGGIORE
  • CASTENASO
  • CATANIA
  • CESANO BOSCONE
  • CINISELLO BALSAMO
  • COLLEGNO
  • CORNAREDO
  • CORSICO
  • FERRARA
  • FIRENZE
  • FORLÌ
  • GENOVA
  • GROSSETO
  • GRUGLIASCO
  • IMOLA
  • LATINA
  • LECCE
  • LIVORNO
  • MATERA
  • MILANO
  • MONCALIERI
  • MONZA
  • NAPOLI
  • NICHELINO
  • NOVARA
  • OPERA
  • ORBASSANO
  • PADOVA
  • PALERMO
  • PARMA
  • PAVIA
  • PERUGIA
  • PESCARA
  • PIACENZA
  • PIOLTELLO
  • PISA
  • PRATO
  • QUARTU SANT'ELENA
  • QUARTUCCIU
  • REGGIO NELL'EMILIA
  • RHO
  • RIVOLI
  • ROZZANO
  • SALERNO
  • SAN DONATO MILANESE
  • SAN GIULIANO MILANESE
  • SASSARI
  • SEGRATE
  • SELARGIUS
  • SESTO SAN GIOVANNI
  • SETTIMO MILANESE
  • SETTIMO TORINESE
  • SIRACUSA
  • SONDRIO
  • TERNI
  • TORINO
  • TREVISO
  • TREZZANO SUL NAVIGLIO
  • UDINE
  • VARESE
  • VENARIA REALE
  • VENEZIA
  • VERCELLI
  • VERONA
  • VIMODRONE

Roma non risulta ancora tra i comuni coperti ma a gennaio 2018 Openfiber ha stipulato un accordo con Acea per coprire 1,2 milioni di case entro il 2023, un progetto molto costoso ma importante. I lavori sono iniziati nel 2019.

Non meno importante è il progetto Flash Fiber (Tim e Fastweb), con l'obiettivo di accelerare la realizzazione dell’infrastruttura in fibra ottica in modalità FTTH (Fiber-to-the-Home), cioè fino al "modem" degli utenti finali, nelle principali 29 città italiane già coperte in modalità FTTC (Fiber-to-the-Cabinet) entro il 2020.


(ultimo agg. il 06/04/2019)

Speedtest Vodafone FTTH 1 gigabit
setCommentsPerPage(10); $gb->setTitle('Fibra ottica'); $gb->loadXML(pathCombine(array($imSettings['general']['public_folder'], ''))); $gb->showSummary(true); $gb->showForm(true, false, true, 'francescopalumbo1994@gmail.com', 'guestbook', $imSettings['general']['url'] . '/admin/guestbook.php?id=x5gb278'); $gb->showComments(true, 'desc', false); ?>
 
Torna ai contenuti | Torna al menu