I migliori antivirus - Tecnofeeling

Vai ai contenuti

Menu principale:

I migliori antivirus

Computer
Nell’articolo precedente (qui) abbiamo introdotto i malware e la loro principale funzione. Oggi vediamo come accorgersi di aver preso un malware, le funzionalità di un antivirus e la scelta in base alle proprie esigenze.
Generalmente si notano dei rallentamenti del computer,infatti a volte diamo la colpa ritenendo che il computer è vecchio o che necessita di una formattazione. Ho notato che  molte persone hanno formattato più volte lo stesso computer per lo stesso motivo. Come già accennato nel precedente articolo, la scelta dell’antivirus è importante perché dipende dalle nostre esigenze e quindi dal motivo principale dell’uso del computer.
Per quanto riguarda i rallentamenti del computer non dovuti a malware allora vi rimando a un altro articolo (qui) dove potrete velocizzare il computer supponendo di non avere alcun tipo di malware.
Ritornando agli antivirus, se disponete di un nuovo computer allora dovete fin da subito installare un buon antivirus. Se invece avete già un antivirus installato allora provvedete immediatamente a una scansione dei malware, se non lo avete mai fatto in precedenza. Prima di vedere come effettuare una scansione (veloce o completa) del computer vi elencherò i più noti marchi di antivirus sul mercato (N.B.: i loghi delle case produttrici potrebbero cambiare anno dopo anno):

         

 →Bitdefender SRL     →Kaspersky Lab            Avira GmbH       

         
→ESET               Avg Technologies    Avast Software                 

            
Symantec                                     Panda Software
 
Una volta citati, prima di provvedere alla scelta di uno dei migliori, apriamo il nostro antivirus attuale (per coloro che già ne hanno installato uno) e proviamo ad effettuare una scansione completa del computer. Per faro ciò, apriamo il nostro antivirus e sulla schermata home (cioè quella principale del nostro antivirus) clicchiamo su "scansione completa" del computer. La durata del processo dipenderà da vari fattori: tra questi vi sono il numero di applicazioni installate sul computer, la quantità di memoria che essi occupano, le prestazioni del computer e infine l’antivirus installato. Si consiglia di effettuare la scansione chiudendo tutte le applicazione eventualmente aperte inutili o che lavorano in background (cioè applicazioni che in genere effettuano operazioni lunghe senza l’intervento dell’utente e quindi non visibili). Fatto ciò aspettiamo che il nostro computer esegua la scansione.
Una volta eseguita la scansione, se il nostro antivirus attuale ha rilevato malware, allora subito dobbiamo rimuoverli. Il nostro antivirus dovrebbe provvedere a disinfettare o eliminare il malware automaticamente.

Adesso vediamo le funzionalità di un antivirus. Esistono sostanzialmente tre versioni di antivirus (per alcune case produttrici quattro o più) e cioè la versione Freeware, Antivirus e Internet security. La prima è per gli utenti meno esigenti, la seconda che è shareware (cioè a pagamento) è più avanzata e infine l’ultima, anch’essa shareware (ma  più costosa) che invece dovrebbe offrire una protezione completa da tutti i tipi di malware incluso il firewall che in questo caso sostituirebbe quello di Windows. Quindi la scelta dell’antivirus dipende principalmente dalle proprie esigenze, dalle funzionalità e dal costo.
Per coloro che sfruttano internet solo per navigare e fare ricerche web senza andare su siti web poco conosciuti,  il mio consiglio è quello di sfruttare un antivirus freeware, cioè gratuita (nel quale ne discuterò nel paragrafo successivo). Per coloro che, invece, stanno più tempo seduti davanti al computer sfruttandolo anche per scaricare contenuti di qualsiasi genere da internet (quindi persone già più abili al computer) il mio consiglio è quello di scaricare una versione avanzata dell’antivirus. La versione antivirus non protegge da tutti i tipi di malware e quindi è più avanzata rispetto alla versione free ma non completa. Infatti se usate programmi P2P vedasi Utorrent, Azureus e soprattutto il pericoloso eMule, allora il mio consiglio è quello di sfruttare una versione completa e quindi la Internet Security. Per quanto riguarda la scelta tra le versioni a pagamento delle principali case produttrici ne discuteremo nei paragrafi successivi.
Tornando agli antivirus freeware, questi dispongono di funzioni necessarie per una protezione del computer sufficiente. Dato che quasi tutti gli antivirus freeware sono simili, la scelta dipende dalla pesantezza dello stesso antivirus. Tra gli antivirus sopra citati, quelli free migliori, attualmente,  sono Avira, Avast e Avg. Per installare uno di questi vi potete recare sul sito ufficiale delle case produttrici e cliccare su "download" tra le pagine disponibili. Fate attenzione nella scelta della versione giusta, perché i tre antivirus appena citati danno anche la possibilità di scaricare la versione "trial" (cioè quella di prova della durata di trenta giorni circa) della versione dell’antivirus a pagamento ma voi, nel caso non siate clienti esigenti, dovete cliccare sulla versione freeware. Una volta scaricato, lo installate cliccando due volte su di esso e aspettate che l’installazione sia completata. A volte, terminata l’installazione, potrebbe essere necessario un riavvio, se ve lo chiede, accettate.
Tra le versione shareware degli antivirus la scelta dipende dalla sua pesantezza, dal costo e dalle sue funzionalità. Questa volta la scelta di un antivirus a pagamento è molto più ardua, perché un antivirus potrebbe essere ritenuto il migliore in questo mese ma poi potrebbe perdere la reputazione nei mesi successivi, Pertanto, se decidete di comprare un antivirus, il mio consiglio è quello di comprarlo per la durata di un anno, cosicché se l’anno successivo dovesse peggiorare, allora avreste la possibilità di cambiarlo. Ecco qui i due siti migliori che ogni mese effettuano alcuni test sull’efficienza di un antivirus basata non solo sulla quantità di rilevamento malware, ma anche sui falsi positivi (cioè file che vengono rilevati come malware dagli antivirus ma che in realtà non lo sono), sulle prestazioni, analisi euristica (rilevazione di un malware anche se non contenuto nel database dell’antivirus stesso) e così via: 


Ricordate di aggiornare sempre il database del vostro antivirus. In questo modo sarà maggiore la possibilità di rilevamento di un malware da l vostro antivirus. Questa procedura dovrebbe essere effettuata in modo automatica ma, per una maggiore sicurezza, vi converrebbe controllare se l’aggiornamento del database è automatico. Basta andare nelle impostazioni del vostro antivirus e cliccare su "aggiornamento" o simile.   
                                                                                                                                                                          
                                                               (agg. 05/06/2015)
 
Torna ai contenuti | Torna al menu