Identificazione ripetitori e segnalazioni - Tecnofeeling

Vai ai contenuti

Menu principale:

Identificazione ripetitori e segnalazioni

Telefonia
In questo articolo vedremo come riconoscere il ripetitore a cui siamo connessi e, qualora non sia presente nel database, aggiungerlo manualmente.

Prima di tutto, è necessario darvi dei concetti "Base" altrimenti richiereste di non comprendere l'articolo:

Sapete benissimo che da oltre 3 anni in Italia è arrivato il 4G, ma da che cosa dipende effettivamente la velocità di navigazione? Non voglio trattare delle interferenze, quindi i disturbi (che costituiscono il 50% e forse anche oltre della velocità) perchè dovrei parlarvene in un altro articolo, ma semplicemente delle frequenze. Ricordando che la frequenza è inversamente proporzionale alla lunghezza d'onda e quindi, in questo caso, all'area di copertura, ciò signfica che più un ripetitore è potente minore sarà la sua area di copertura. In dettaglio, eccovi le possibilità che vi potreste trovare, valide per tuti gli operatori:

  • Antenna B20= significa che ha una frequenza di 800 mhz, quindi minore velocità ma maggiore copertura. Questa è quella maggiormente usata da tutti gli operatori;
  • Antenna B3= con frequenza di 1800mhz, meno utilizzata che offre un buon compromesso in termini di velocità e copertura;
  • Antenna B7=con frequenza di 2600mhz, è quella meno utilizzata, perchè oltre a richiedere un costo non indifferente dalle altre, offre si una maggiore velocità, ma minore copertura, quindi la potete trovare solo nelle grandi città.

APPROFONDIMENTO: la TIM utilizza anche la banda B32 per la copertura 4.5G mentre vodafone la banda B1 per la stessa cosa. La velocità massima è di circa 600-800 mbps in download. La WIND e 3 al momento non dispongono di tale tecnologia.

Se sul vostro terminale vi ritrovate la scritta 4G+ (solo nelle grandi città o mete turistiche) significa che l'antenna è stata aggiornata, aggregando due o più frequenze, aumentando così la velocità di picco.


Fatta questa breve ma importante premessa, ora dovrete scaricare l'app gratuita "Cellmapper" che ha un buon database dei ripetitori di tutti i gestori di telefonia mobile. Ecco un immagine del menu dell'applicazione stessa:




Ora vi spiego i dettagli del menu:

  • CELLE: vi illustra le celle nei dintorni e alcuni piccoli dettagli come l'interferenza, la banda e altro;
  • MAPPA: la mappa di dove siete coollocati voi e dei ripetitori nelle vicinanze ed eventualmente anche il ripetitoe a cui siete collegato (mediante una linea): per effettuare un upload basta cliccare sulla freccia in alto accanto alla scrittta "Upload e statistiche"



  • ACCOUNT: consente di effettuare il login che, effettuato una volta, sarà automatico dalla volta successiva per sempre. Per creare un account gratuito è necessario andare qui: https://www.cellmapper.net/register
  • AIUTO: qualora necessitate di un aiuto;
  • IMPOSTAZIONI: configurazioni specifiche in base alle vostre esigenze (ve ne sono tante).

Di seguito vi mando una foto con un caso specifico di due ripetitori della vodafone vicini al al punto blu (dove è situato lo smartphone in quel momento):



Per capire che frequenza è il ripetitore è necessario cliccare sul pallino stesso, come in questo caso: 



In questo caso si tratta di un riipetitore 4G B3 (1800 Mhz). Per capire se è 4G+ deve avere almeno un'altra frequenza aggiunta quindi B7 o B20 per poter così aumentare le velocità di picco. 



Qualora vogliate conoscere anche i ripetitori di altri operatori è possibile cliccando sulla mappa, attendere qualche secondo e cambiare nel menu a tendina l'operatore e dopodichè attendere nuovamente qualche secondo. 

Vi chiederete perchè ho creato questa guida. Il motivo è semplice: per coloro che sono più smanettoni dei telefoni, qualora vi troviate in zone scarsamente coperte dall'operatore, aprenjdo l'app è possibile avere conferma oppure vedere a quanto dista il ripetitore a cui siete connesso.  Vi ricordo che, qualora non sia riportato sulla mappa dell'applicazione il ripetitore a cui siete connesso di effettuare l'upload manualmente. Dopo qualche ora sarà visibile sulla mappa stessa grazie al vostro contributo il ripetitore che avete voi stesso segnalato sull'app. 

Personalmente la testo da molto tempo e finora ho trovato numerosi ripetitori della TIM e VODAFONE in 4G. 

Se non siete smanettoni oppure se non volete scaricare l'apop è possibile almeno conoscere i dati della vostra linea mettendo il numero *#0011* e vi uscirà una schermata simile a questa:



Vi spiego i dettagli più importanti. Innanzitutto il primo screenshot è stato realizzato a circa 100 metrti in linea d'aria senza ostacoli di fronte al ripetitore ma c'è comunque qualocsa non va dovuto alle intereferenze! Il secondo invece a circa 300 metri ma la velocità è molto più alta perchè non ci sono interferenze:

  • LTE: indica che siete in 4G;
  • BAND: la banda a cui siete connessi; se è 4G+ ve ene indica più di una.
  • RSRPè una misura del livello di potenza ricevuto. Più basso è meglio è;
  • SINR: rapporto segnale / interferenza. Se non ci sono interferenze il valore è alto. 
  • RB (DL/UL): sono i resource blocks e vengono usati per descrivere la mappatura di determinati  canali fisici.  Il resource block fisico è caratterizzato da 12 sub‐ carriers consecutive nel dominio della frequenza  nel  caso  di  una  differenza  di  frequenza  l’una  dall’altra  di  15kHz.


Qualora vi troviate in una zona dove internet è lento, anche se vi sono ripetitori 4G, dovete provvedere a chiamare il call center dell'operatore stesso, fornmendo eventualmente anche il numero del ripetitore stesso indivuìiduato dall'app

  • TIM: 119;
  • VODAFONE: 190;
  • WIND: 155;
  • 3: 133.

Vi ricordo che è in atto la fusion della Wind con la 3 e che a breve vi sarà in Italia un quarto operatore: Iliad. Questo operatore riceverà circa 7000 antenne cedute l'anno scorso dalla 3 e usufruirà del roaming gratuito nazionale su rete Wind.


   (ultimo agg.il 05/01/2017)





 
Torna ai contenuti | Torna al menu